blog

50 giorni di Spunk – DIARIO DI BORDO

Quando sei al porto, al sicuro, tra gli alberi maestri delle altre barche che sbattono piano al vento le loro cinghie, nulla ti fa pensare a come poi sarà fuori da quel molo, tra le onde.  Quando il viaggio inizia.

La nostra barca è salpata il 1 luglio,  con il vento in poppa, in una giornata di sole e nuvole. Le acque, profonde e sconosciute, le abbiamo raggiunte presto. Noi, i pirati, la ciurma, la combriccola. Sul ponte innaffiato dall’acqua fresca delle onde che arriva da questo immenso mare. Emozionati, già ubriachi di coraggio, cercato su ogni fondo del barile per non smettere mai di crederci in questo viaggio che ogni volta si preannuncia più lungo, impervio, pazzesco. Abbiamo controllato mappe e costellazioni, fasi lunari e venti di maestrale ma nulla, nulla ci sapeva mai dire dove stavamo andando. Se non noi stessi. Abbiamo navigato e navigato, moribondi di paura e vivi di avventura. Ed il viaggio c’è sembrato già infinito così, anche se qualche isolotto più in là c’era la terra da cui eravamo partiti da pochi giorni. Nella cambusa solo le idee.

Contro corrente o in mezzo alla tempesta, fermi in bonaccia o in mezzo alla nebbia. La nostra barca. Il nostro Spunk. Ma è sul pontile, nelle cabine, al timone, a prua e a poppa e fino in cima all’albero maestro che è viva l’avventura! Tra le urla e i giochi dei bambini, i piccoli semi piantati che hanno già, dritte verso il sole, le loro foglie, la fiducia e la curiosità, una parola che non significa nulla, Spunk, che risuona come un ritornello tra le labbra di tanti e tutto quello che in 50 giorni di viaggio già abbiamo fatto, raggiunto, conquistato. Siamo partiti da poco e già sembra una vita, ma là, verso l’orizzonte paesaggi fantastici. Posti nuovi da raggiungere.

Scriviamo a pennino ed inchiostro i primi passi di un sogno, falcate, saltelli, grandi tuffi! appuntiamo i piccoli, magici momenti di questa calda estate ricca di novità, fatica e infinite gioie e lavoriamo, progettiamo, tracciamo rotte per le prossime miglia che si preannunciano esotiche e misteriose più che mai, nei mesi a venire.

Siamo i pirati, la ciurma, la combriccola. Siamo la barca e l’avventura. i posti possibili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...